Gli ultimi scatti direttamente da instagram

La prima settimana della birra artigianale. Gli eventi piemontesi. 7 - 13 febbraio 2011


La settimana della birra artigianale è un'iniziativa nata dalla passione di Andrea Turco, curatore di cronachedibirra.it. Grazie al tam tam online, è riuscito a raccogliere le adesioni di quasi 200 (ma è possibile che si vada anche oltre) tra associazioni, pub e birrifici che proporranno, durante la settimana, speciali eventi, degustazioni e promozioni per celebrare e divulgare la birra artigianale.

Inutile stare qui ad elencare tutte le numerose iniziative in Piemonte quando potete andare sul sito www.settimanadellabirra.it e verificare quali sono quelle per voi più interessanti e vicine a casa.

Fate però particolare attenzione a ciò che è in fermento a Giaveno con Birre & Galupperie (che avrà anche ospite una speciale D'UvaBeer di Loverbeer) e  con l'associazione Birrando Gustando.

A Torino l'evento più geek in assoluto: la prima skype tasting sesssion presso lo Statoliquido con BAD Attitude e Maltovivo (da Roma).


Tenete d'occhio anche a ciò che organizzerà La Birroteca di Alba e attenti ad ordinare prima delle 20 - 20.30 al Baladin Café di Saluzzo e all'Open Baladin di Cinzano per ottenere un prezzo speciale! All'Open Zero acquistando una cassa di Baladin si avrà una bottiglia da collezione in omaggio e un bicchiere.

Novità: Boheme Oatmeal Coffee Stout, Birrificio Torino la Decima, Grado Plato Sveva 2011 e Birra Corleone


Come prima cosa vogliamo ricordarvi che questo weekend ci sarà "le Birre della Merla". Vi invitiamo a dare sempre un'occhiata al calendario degli eventi perché presto ci sarà un altro incontro presso La Piazza dei Mestieri, questa volta con Andrea Bertola di Pausa Café, e degli eventi organizzati dallo Stato Liquido!

Detto ciò passiamo in rassegna alcune nuove birre dai birrifici piemontesi, in particolare di quelli del torinese di cui abbiamo avuto notizia. Vi abbiamo già parlato delle novità dal birrificio Loverbeer di Marentino (TO) e dell'Inbranata col grano Senatore Cappelli

A proposito vi segnaliamo che, con lo stesso grano riportato in etichetta, è prodotta dalla Brasseria Alpina la Birra Boheme Blanche. Il neonato birrificio di San Germano Chisone (produce da agosto - settembre 2010) è sicuramente da tenere d'occhio con attenzione sia per i prezzi competitivi con cui è entrato sul mercato sia per le interessanti caratterizzazioni conferite alle birre prodotte. 
E' notizia di ieri la disponibilità di una nuova birra chiamata Boheme Oatmeal Coffee Stout
Riportiamo quanto descritto nel gruppo di facebook da Roberto Dipaola:

La nuova nata e' una birra di classica ispirazione irlandese, caratterizzata dai delicati aromi di torrefazione e caramello. Prodotta con 4 tipologie di malti, un'importante quantita' di avena che le conferisce morbidezza al palato ed una percentuale della migliore miscela di caffe' di varieta' arabica della torrefazione Santa Cruz di San Germano Chisone.
E' una birra con grado alcolico moderato (4,9°) ed un amaro delicato ma presente. All'aspetto si nota subito il colore nero con leggeri riflessi rubino e la schiuma compatta e cremosa. Ideale da bere alla sera in grosse pinte alla temperatura di 10 – 12 gradi e per accompagnare stufati di carne per l'inverno. 

Se anche questa creazione sarà azzeccata, siamo sicuri che la Brasseria Alpina otterrà la fiducia dei degustatori più esigenti e l'interesse da parte dei beer hunters più temerari.

 

In città il Birrificio Torino festeggia i suoi dieci anni e per l'occasione ha prodotto una birra speciale: "La Decima", una birra a bassa fermentazione, dal colore chiaro, 5% °Alc con un leggero aroma affumicato.

 

A Chieri il Birrificio Grado Plato ha preparato una nuova versione della sua classica Sveva. Una "versione speciale 2011" caratterizzata da una diversa luppolatura. Sarà disponibile da martedì 1° febbraio sia alla spina sia in bottiglia. 


Della Birra Corleone prodotta nel Birrifico Gilac di Valdellatorre ha già parlato il blog Cronachedibirra.it ed è possibile reperire maggiori informazioni nella rassegna stampa ufficiale.


Ogni ulteriore segnalazione da parte vostra è graditissima! Buone bevute e beer hunts responsabili a tutti voi e vogliate condividere le vostre impressioni nei commenti!

Social Homebrewing 3.0: la #tweetbeer!


Siamo entusiasti di diffondere un'iniziativa nata in questi giorni su twitter, dalla passione di @scauca @_emanu_ @alepazahb @giancarlorhagni col contributo di tutta  la comunità di appassionati di birra su twitter.

La #tweetbeer!


Si tratta del primo esperimento di social homebrewing in Italia. 


E' una fantastica occasione per entrare in contatto con altri appassionati homebrewers, confrontarsi, esaltare la propria creatività e, per i meno esperti, chiedere consiglio ai veterani praticamente in tempo reale.


Infatti seguendo ed utilizzando l'hashtag #tweetbeer su twitter, è possibile rimanere in contatto con una  sorprendente comunità di appassionati social homebrewers, come mostra questo scorrere di messaggi:






Emanuele ha riassunto sul suo blog la formula che si vuole adottare:

Nello specifico la base sarà composta da

1 lievito
1 malto
1 luppolo
a cui va aggiunto

un ingrediente speciale.
La personalizzazione è possibile grazie alle 3 aggiunte personali che ognuno può aggiungere alla propria ricetta.



Quindi cosa occorre per partecipare? 


2. - Manda un messaggio (ovvero un tweet!) includendo "#tweetbeer" (si chiama hashtag). In questo modo tutti coloro che seguono l'iniziativa ti vedranno subito!

3. - Partecipa al sondaggio sottostante per esprimere le tue preferenze sugli ingredienti.

link diretto al sondaggio:

http://polldaddy.com/s/48CDCF6F8845293A

Dal Birrificio Loverbeer di Marentino tantissime novità per il 2011


Loverbeer è un microbirrificio unico nel panorama delle birre artigianali italiane. Abbiamo la fortuna di averlo a pochissimi km da Torino, a Marentino, oltre la collina poco distante da Chieri. Unico sia per la passione e l'ardore fiammingo del mastro birraio Valter Loverier, una persona squisita, sia per le interessantissime interpretazioni di stili birrai d'ispirazione belga. L'impiego poi di uva Freisa, di Barbera d'Alba e di ramassin della Valle Bronda sono chicche che nobilitano la D'uvaBeer, la BeerBera e la BeerBrugna, senza nulla togliere alla Madamin e alla Papessa. In verità si può tranquillamente affermare che ogni produzione di Loverbeer è unica e senza compromessi, quelli per venire incontro al business di massa. Ci mettessimo a pensare ad altri microbirrifici con questa vocazione, probabilmente la nostra conta si fermerebbe sul palmo di una mano.

Al Salone del Gusto con Kuaska
Quali saranno dunque le novità da aspettarci da Loverbeer per il 2011?

La BeerBera 2010 sta rifermentando in bottiglia e sarà pronta per le prime degustazioni in primavera. E' da sottolineare però che per questo genere di birre non c'è fretta. Abbiamo imparato a prendere qualche bottiglia e dimenticarla in cantina. Come alcuni vini, anche questo genere di birre evolvono il proprio aroma e sapore, ed è interessante andare a degustarle nel tempo, confrontando l'esperienza che si ha avuta quando erano ancora "giovani".

Allo Stato Liquido
"La Dozzinale". Uscirà nel 2011 dall'impianto di Birra del Borgo una birra speciale creata a dodici mani, uno straordinario esempio di collaborazione tra mastri birrai, molto di voga all'estero, ma di cui in Italia abbiamo avuto ancora pochi esperimenti. Hanno partecipato alla cotta della dozzinale Leonardo di Vincenzo (Birra del Borgo), Riccardo Franzosi (Montegioco), Pietro Fontana (Carrobiolo), Moreno Ercolani (L'Olmaia), Brooks Carretta (già Birra del Borgo, futuro mastro birraio ad Eataly New York) e Valter Loverier. Tra le spezie: puntarelle, broccoli e finocchi selvatici e pomelo. Alcune foto della "spesa" sono state pubblicate sul blog di Moreno

Novità dell'ultima ora: dovrebbe arrivare da Roma per le Birre della Merla!

I premi vinti a Pasturana
L'Oak Aged Ale (forse si chiamerà Brun-A) e un'Imperial Stout con caffé e spezie (la Marchè'l Re) Saranno le "sorelle maggiori" rispettivamente della Madamin e della Papessa. Abbiamo avuto la fortuna di degustarle in anteprima e possiamo dirvi che promettono veramente grandi cose.

Valter Loverier è richiestissimo a Roma: già ospite alle serate Barrique… je t’aime e al Domus Birrae, è stato recentemente invitato all'evento Vini Naturali a Roma che avrà luogo dal 5 al 6 febbraio 2011, a testimonianza di come il connubio birra-ingredienti del vino sia un trend emergente del panorama brassicolo italiano, in grado di riscontrare enorme interesse non solo tra gli appassionati di birre, ma anche nel mondo dei vini.

Segnaliamo infine che Loverbeer sarà presente, con La Petrognola, Troll e Maltovivo, al corso di degustazione in quattro lezioni tenuto da Luca Giaccone che inizierà il 3 marzo presso Eataly Torino.

Italia Beer Festival Milano e Roma e nuovo corso ADB a Torino


In attesa di venire a conoscenza dei birrifici e delle birre presenti - in particolare quelle piemontesi - iniziamo a divulgare le date dei prossimi Italia Beer Festival che si terranno a Milano e a Roma

A Milano (sesta edizione!): 4-6 marzo 2011 presso il Palasharp (via Sant'Elia, 33)
con i seguenti orari: venerdì 5 marzo (17.00-02.00); sabato 6 marzo (12.00 - 02.00); domenica 7 marzo (12.00 - 24.00).

A Roma (terza edizione!): 14-17 aprile 2011 presso Villa Piccolomini (via Aurelia Antica, 164)
con i seguenti orari: venerdì 15 aprile (17.00-02.00); sabato 16 aprile (12.00 - 02.00); domenica 17 aprile (12.00 - 24.00).


Speriamo che l'Associazione Degustatori Birra e il suo presidente Paolo Polli abbiano già iniziato a pensare a quando organizzare la seconda edizione a Torino, che nel 2010 si è tenuta il 19-21 novembre al Palavela. Nel 2011 ci potrebbe essere un cambio di stagione anche per la Mole? Sarebbe fantastico organizzare un enorme evento brassicolo per i 150 anni dell'Unità d'Italia, non credete?


Nel frattempo è in programma l'inizio di un nuovo corso ADB presso lo Stato Liquido il 28 febbraio 2011. 


Aggiornate anche voi il calendario!


Maggiori info sul sito: degustatoribirra.it

InBraNata: la birra artigianale col grano Senatore Cappelli, nata da un'idea di Dino Borri.


Teo Musso aveva dichiarato:
nel 2011 uscirà la mia prima birra completamente piemontese...


A questo punto si è aperto "un giallo": c'entra Baladin con questa nuova birra annunciata sul profilo facebook di Eataly Torino?



La risposta è no. Anche se l'Inbranata è stata pensata in Piemonte, a Bra - agli headquarters di Slow Food? (no, leggasi nota 1) -, per l'attesissima birra 100% piemontese targata Baladin si dovrà ancora aspettare.


Grazie all'incredibile audacia ed unica perseveranza di E. de Luppolis, possiamo ora darvi qualche notizia in più su questa birra. 


Partiamo da chi l'ha creata. E' l'etichetta stessa a togliere ogni dubbio. E' prodotta da Birra del Borgo e, con un po' di pazienza - perché, non si sa per quale stramba ragione - è scritto da destra a sinistra - si può decifrare:
ideata, bollita, filtrata, luppolata, fermentata, etichettata, tappata, inscatolata e venduta da Alberto Paruzzo e Graziano Rotolo, Dino Borri, Fulvio e Fausto Marino, Leonardo di Vincenzo, Nicola Farinetti.

E' quindi veramente una birra 100% italiana? Del malto e del luppolo non viene data nessuna indicazione d'origine specifica. Tra gli ingredienti però risulta peculiare la presenza del grano Senatore Cappelli (circa il 30%).

E la birra com'è? Qualche impressione, lungi dal voler essere una descrizione tecnica: E' una birra beverina di color giallo paglierino. 6,4 % gradi alcolici. Ha sentori di banana e note citriche all'olfatto. Si potrebbe definire una simil-weiss? La schiuma è per nulla persistente. Poco corpo. E' dolce e lascia un leggero piccante sulla lingua (è il frumento?).

 
Il prezzo è realmente sostenibile e competitivo? In questi giorni da Eataly Torino è presente la East India Pale Ale della Brooklyn a 2 euro.


Speravamo di trovare anche maggiori informazioni all'indirizzo inbranata.com, in chiara evidenza sull'etichetta, ma risulta non ancora registrato: un'imbranataggine?


Note:

1. - la risposta è no. Leggasi l'intervento di Giacu nei commenti.

Aggiornamento 16.01: Un cartello da Eataly Pinerolo rivela finalmente che nasce da un'idea di Dino Borri, nato a Bra (CN).

Il Baladin Café a Saluzzo


Un Baladin Café aprirà venerdì 14 Gennaio alle 19 a Saluzzo, in Via Vacca 1, come annuncia questo volantino affisso all'ingresso dell'Open Baladin di Cinzano.

Invitiamo chi avesse maggiori dettagli a lasciare un commento qui sotto.



A proposito di Cinzano, riportiamo inoltre questa offerta di lavoro:



E a proposito di stinchi di maiale - che sono, da sempre, la specialità a Piozzo e succursali - segnaliamo che anche il Grado Plato da questa settimana li preparerà, cotti al forno e serviti con cipolle alla birra. 

Se anche a Chieri sarà tassativamente necessaria la prenotazione, lo lasciamo scoprire a voi!

Le Birre della Merla 2011


Aggiornato 18 gennaio 2010
Narra la leggenda, che una volta i merli fossero tutti bianchi... Durante un inverno, in alcuni giorni particolarmente freddi, non trovando di meglio per scaldarsi, una femmina di merlo con i suoi piccoli provò ad infilarsi in un camino. Le loro penne si ricoprirono del nero fumo che usciva dalle stufe. Da quel momento non solo i merli sono neri, ma quei giorni sono detti i giorni della merla!

Le Birre della Merla quest'anno giunge alla sua quarta edizione che avrà luogo il 28 e 29 gennaio 2011 presso la Locanda del Grue. 
Venerdì dalle 17 e Sabato dalle 11.

Cerchiamo di ordinare qualche informazione - ancora preliminare - per dare modo a tutti gli interessati di organizzarsi per tempo. 

Aggiorneremo mano a mano, soprattuto per quanto riguarda le birre presenti.

Programma

Sabato avranno luogo due laboratori e il primo concorso italiano per idromeli a cura di MOBI.

Alle 10.30: ultimatum per la consegna delle bottiglie di idromele (occhio a @AlepazaHB!)

Alle 14.30: Laboratorio "Sta lì, sta citu e tuca ňenta" prodotti del territorio e non solo birra

Alle 17 dopo la premiazione del concorso dell'idromele: Laboratorio "Dove finisce la mia birra!?" birre e alimenti (formaggi, salumi e altro) tenuto da Kuaska. Prenotazioni 0131884721 costo 20 € a persona.

Importante: "Quest'anno non sarà possibile pernottare alla Locanda."
Birrifici e birre presenti:

Montegioco: Bran, Draco e Demon Hunter

BI-DU: Junior, Ley Line, Confine

Orso Verde

Troll (non è più presente in questa nota su fb in cui si afferma anche che "Le birre saranno svelate direttamente venerdì 29")


Il "Makke freddo fa?!" direttamente da Roma con: 
Narke Fyra Flammor, De Molen Machtig&Mooi Cognac Barrel, Grassroots Viola Sofia, Cantillon St.Lamvinus e La DozzinAle.


Riferimenti: 


loc. Palazzina n. 6
Strada Tortona-Garbagna (AL)
GPS:
44.861406, 8.934121

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...